info@espritdargan.com
+41 79 727 48 85

Origini

origini-pekeUN PO’ DI STORIA 

Sono i medici e geografi arabi che hanno studiato il Nord Africa e che, per primi, hanno scritto a proposito della pianta Argania spinosa. Nel 1219, Ibn Al-Beïthar presenta l’albero e la tecnica di estrazione dell’olio.

Fu poi Jean-Léon l’Africain, che ne parla nel 1515 descrivendo l’olio che era utilizzato per condire il cibo ma anche come combustibile per l’illuminazione.

Alla fine del XVII secolo, il Console Generale della Danimarca in Marocco, Schousboe, che era anche botanico, pubblica delle osservazioni sul paese, sulla sua flora e in particolare la pianta Argania spinosa. Descrive l’albero e dà anche delle informazioni sulla tecnica utilizzata per l’estrazione dell’olio.

Per le popolazioni locali, l’Argania spinosa è sempre stata alla base della sopravvivenza in un ambiente spesso ostile.

UNA TRADIZIONE ANCESTRALE

Dalla notte dei tempi le donne Berbere utilizzano questo olio come Elisir di bellezza eterna che ha, da qualche anno, valicato le frontiere del Marocco per essere apprezzato in tutto il mondo.

La raccolta dei frutti è esclusivamente riservata alle donne che si trasmettono i gesti e la tecnica (il metodo) da una generazione all’altra. Tra giugno e agosto, raccolgono i frutti caduti al suolo che in seguito fanno essicare durante qualche settimana al sole. Dopo questo periodo rompono la noce con una pietra per estrarne le preziose mandorle oleaginose dell’Argania spinosa.

Questo lavoro è particolarmente faticoso: in una giornata intera di lavoro una donna riesce a produrre tra 1 e 1,5 Kg di mandorle. Bisogna sapere che ci vogliono 100 Kg di frutti maturi per ottenere 60 Kg di frutti secchi (30 Kg di polpa e 30 Kg di gusci).

Con questi 30 Kg di noci si ottengono circa 27 Kg di gusci e solo 3 Kg di mandorle che daranno solo un litro di olio, extra vergine di prima spremitura. Le mandorle sono schiacciate con un frantoio di pietra e si ottiene così una pasta di mandorle alla quale si aggiungeva l’acqua per lavorarla meglio in modo da estrarne l’olio a mano.

2015 @ Espritdargan.com Tutti i diritti riservati. Facebook - Linkedin